Troppo cattivi

I 5 protagonisti sono animali che vivono in mezzo agli umani: sono tutti pericolosi e malvisti: lupo (“il cattivo di tutte le storie”), squalo, serpente, tarantola, pirana. Metafora geniale perché tutto il film si gioca sulle apparenze, su quanto gli altri ti inchiodano alla “maschera” che ti sei messo addossi. Un film sul valore delle seconde possibilità, sullo sguardo di fiducia che ti cambia e ti mostra che ne vale la pena di fare un salto nella novità che porti dentro. Un film sull’ascolto dei desideri veri del proprio cuore fino al superamento dei copioni di vita. Non mancano 1 o 2 gustosi colpi di scena.