Toy story 4

Finito di vedere il film ho pensato con entusiasmo e ancora con le lacrime agli occhi per la commozione: “PIXAR, GRAZIE DI ESISTERE!”. Questa è un’opera a mio avviso davvero ricca, almeno per noi adulti, pur rimanendo una spassosa avventura per i bimbi. Si possono trovare spunti di riflessione sulla necessità che la nostra vita abbia un senso, sul maturare che le persone sono più importanti dei valori senza dimenticare l’importanza di questi ultimi, sul fatto che il peccato, il male, non è altro che un tentativo maldestro di ricevere e dare amore, sulla bellezza della misericordia da parte da chi ha ricevuto il torto fino al dono di sè per il proprio persecutore, sul fatto che la prima fedeltà deve essere a noi stessi prima che agli altri se non si vuole incorrere prima o poi nel doverismo, sulla bellezza del dono che ci offrono le circostanze che ci sono date da vivere rispetto all’ideale che ci siamo costruiti nella nostra testa, sul non dare per scontato che debba sempre andare tutto come è sempre stato. Tutti ingredienti miscelati in modo perfetto, sapiente.