First Man – Il primo uomo

Mentre guardavo il dipanarsi della storia, non potevo fare a meno che pensare: “ma questi qua sono andati su quelle specie di barattoli volanti nello spazio, senza nessuna certezza di come sarebbe andata… che coraggio! come hanno fatto?”. E poi le vite di amici/colleghi “sprecate”? Come hanno fatto ad essere così determinati? o erano invece semplicemente maledettamente ostinati? Qual è il confine tra determinazione e ostinazione? E poi questo tema sullo sfondo: Ok andare sulla luna è una figata pazzesca… ma davvero ne vale la pena? soldi, tempo intelligenza e vite umane a go go… siamo davvero civili se sacrifichiamo queste cose per un sogno, anche affascinante, ma intanto lasciamo morire di fame milioni di persone tra cui tantissimi bambini? cosa sarebbe potuto succedere se quelle 400.000 persone che hanno reso possibile l’allunaggio si fossero spese per i più poveri? Allo stesso tempo l’idea di una così grande impresa è davvero esaltante, l’idea che si possa osare tanto è molto esaltante… questo film mi ha lasciato tante domande aperte senza consegnare risposte precostituite: i film così sono quelli che apprezzo maggiormente…