Zootropolis

A questo cartone secondo me va il merito di divertiti e tenerti incollato allo schermo come pochi altri sanno fare. Quindi sa essere ottimo intrattenimento per grandi e piccini. Ma già altri film hanno ottenuto questo. La novità e il grande pregio di questo titolo è secondo me quello di saper mostrare con maestria che rendere un ideale (in questo caso: la possibilità di poter diventare ciò che si vuole) realtà non sia affatto semplice semplice. Non è solo questione di impegno, anzi forse non ci riuscirà mai, ma ci si può solo tendere. Ci sono di mezzo tante questioni come i temperamenti, i pregiudizi, le incomprensioni relazionali, la necessità di riconoscere i propri sbagli, di accettare che non riusciremo mai ad essere perfetti ma che possiamo fare del nostro meglio per migliorarci sempre. Si mostra chiaramente come tutte queste consapevolezze non le possiamo raggiungere facilmente da soli ma che abbiamo bisogno di amici. Altrimenti corriamo il forte rischio di scadere in eccessi come il cinismo iniziale della volpe o l’idealismo iniziale della coniglietta. Nel film queste due polarità possono incontrarsi, scontrarsi, mitigarsi e quindi evolvere portando i protagonisti ad un livello di maturità nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.